• bmp-comed-punti-di-carico1.jpg
  • bmp-comed-punti-di-carico2.jpg
  • bmp-comed-punti-di-carici10 (3).jpg
  • baie di carico recesse - logistica del freddo.jpg
  • bmp-comed-punti-di-carici10 (4).jpg
  • pedane-carico-banchine copia.jpg
  • bmp-comed-punti-di-carici10 (1).jpg
  • bmp-comed-punti-di-carici10 (2).jpg

Logistica e punti di carico

La baia di carico è l’insieme delle attrezzature che consente un rapido e sicuro carico e scarico delle merci dai veicoli.

Un’attrezzatura ben coordinata permette di caricare più rapidamente e con maggior sicurezza, di minimizzare i consumi energetici e risparmiare sui costi di riscaldamento e condizionamento, quindi di mantenere la qualità delle merci trasbordate e di ridurne il costo.


Il punto di carico classico è composto da:


1) Pedana di carico: Manuale o elettroidraulica, ad unghia ribaltabile o scorrevole, porta Kg 6000 e 9000

2) Portale isotermico: Struttura acciaio zincato sendzimir, retrattile, patelle a due tele di colore nero

3) Porta sezionale: A pannelli coibentati, manuale o motorizzata

Di particolare interesse è la nostra pedana prefabbricata, realizzata con lamiere perimetrali atte alla contenzione della gettata di cemento.

La rampa di carico è fornita completamente montata pronta per essere “colata” direttamente nel cemento senza avere la necessità di trovare una fossa già costruita: è sufficiente il cordolo frontale e la piazzola sulla quale deporla.

 

I teli in PVC delle coperture mobili attraverso la plastificazione con polimeri auto-estinguenti, oltre a fornire una garanzia anti-corrosione, consente alle strutture di essere ignifuga in classe 2 o superiore.

 

BAIE DI CARICO RECESSE - LOGISTICA DEL FREDDO

 

Per annullare le perdite di calorie queste soluzioni brevettate hanno un alto risparmio energetico.

Per i "freschi" da zero a cinque gradi C, per i "freddi" fino a 45°C

sotto lo zero. Composti da una rampa di carico con becco telescopico da I000 mm montata in posizione "recessa", da un portone sezionale che chiude anche il vano della rampa e da un sigillante.

RAMPA CAST

 

Rampa finita provvista di lamiere di contenimento della gettata, da inserire in banchina provvista di cordolo e platea a disegno. Da livellare a quota pavimento finito e cementare. Il pianale è protetto dagli imbrattamenti da una copertura che si elimina alla fine dei lavori bagnati. Sono fornite con paracolpi in gomma piena larghi 60 profondi 120 ed alti 350 mm.

RAMPA CASTELLO

 

Rampa premontata su un telaio che si appoggia sul fondo della fossa costruita in modo tradizionale. Il sistema è quello tradizionale originario.

Si salda alla testa e piedi fossa, sui profilati ivi predisposti. I paracolpi sono montati separatamente sulla parte edile ai lati della Rampa.

RAMPA ACCESSORI

 

Rampa con Accessori di Montaggio che si saldano sui profilati predisposti alla testa ed ai piedi fossa costruita in modo tradizionale.

I paracolpi sono montati separatamente, sulla parte edile ai lati

della Rampa. Le rampe CASTELLO ed ACCESSORI possono essere servite da meccanizzazioni multiple.

RAMPE DI CARICO TIPO GLISS IN LEGA LEGGERA

 

Causa il limite di sforzo di sollevamento ergonomico di 30 kg tutte le rampe Gliss, fisse e scorrevoli, sono a manovra manuale con blocco di sicurezza  fino a lunghezza 815 mm e con molle a coclea fino a 1565 mm.

Sono tutte provviste di sistema di bloccaggio di sicurezza in posizione verticale.

Sono disponibili, su richiesta, modelli di maggiori dimensioni, che richiedono un binario maggiorato. Le rampe Gliss sono provviste di una barra di manovra che rimane solidale alla pedana e viene riposta al lato di questa.

RAMPE DI CARICO TIPO GLISS IN ACCIAIO

 

Gliss in acciaio RAL 501O, portata kg. 5000 - 6000:

Le molle a coclea permettono un ottimo bilanciamento tra la posizione verticale e quella orizzontale, anche di pesi rilevanti. Ciò permette di scegliere, per le dimensioni maggiori, rampe Gliss in acciaio della portata di 5000 e di 6000 kg.

Le rampe sono provviste di blocco meccanico di sicurezza in posizione verticale di riposo. La manovra si effettua con una barra che in posizione di riposo rimane a lato della rampa:

sforzo ergonomico entro i limiti dei 30 kg.

Sono disponibili su richiesta anche rampe tipo Gliss in lega leggera, di portata kg. 4500.

Opzioni: zincatura a fuoco; bloccaggio di sicurezza in caso di accidentale allontanamento del veicolo (vedi pagina precedente), becco a settori per inclinazione laterale

PEDANE TIPO KB IN LEGA LEGGERA

 

Sono pedane scorrevoli entro una rotaia in acciaio saldata a filo banchina. A riposo sono posizionate in verticale, assicurate contro l'eventuale caduta da un fermo meccanico ma possono anche essere riposte in verticale sotto filo banchina.

Causa il limite di sforzo di sollevamento ergonomico di 25 kg le KB sono disponibili fino alla dimensione massima indicata.

Maggiori dimensioni richiedono un bilanciamento ed è necessario passare alla Gliss

SIGILLANTE RETRATTILE

 

È composto da due telai, uno fissato al muro dello stabile e l'altro collegato al primo con 4 bracci a pantografo.

Un telo collega il telaio a parete con il telaio anteriore, mobile sul pantografo, che in caso di errata manovra si schiaccia e ritorna in posizione all'avanzare del veicolo. Il tetto è perforato per raccogliere l'acqua piovana in un canale posto sotto ai fori, con scarico laterale dell'acqua.

Il veicolo si infila nelle patelle frontali fissate al telaio mobile, patelle che si piegano contro il veicolo, sigillandolo.

DOCK TUNNEL

 

Il dock tunnel permette di sigillare il retro di un veicolo sotto carico in una banchina esterna.

Casi particolari richiedono l'uso di baie di carico esterne allo stabile, che si fanno con rampe di carco inserite in banchine metalliche esterne.

Il dock tunnel è una proboscide retrattile che copre i due lati ed il tetto, proboscide che si può estendere facendola scorrere sulle sue ruote, fino al contatto col veicolo.

La proboscide termina con un sigillante retrattile, con il suo funzionamento standard, con assorbimento dell'urto per arretramento fuori asse, del pantografo del sigillante.

Il dock tunnel ha il soffitto inclinato verso le due metà esterne, per scarico acqua piovana.

richiedici maggiori informazioni

Il campo è obbligatorio
Il campo è obbligatorio Indirizzo Email non corretto
Il campo è obbligatorio
Il campo è obbligatorio
Il tuo messaggio è stato inviato con successo
Siamo spiacenti, il tuo messaggio non è stato inviato